Stampa

Trenincorsa

Postato in Partecipanti

Il progetto TRENINCORSA nasce nel 2001 e in breve tempo, la band lombarda riesce a divulgare la propria musica oltre il territorio della provincia di Varese. Numerosi sono i live ai quali la band prende parte e che li porta a dividere il palco con artisti del calibro dei: LITFIBA, MERCANTI DI LIQUORE, DAVIDE VAN DE SFROOS, FOLKABBESTIA, EUGENIO FINARDI, DOLCENERA e ROY PACI.

Nel 2004 l’incontro con Giulio Tedeschi che porta in dote ai Trenincorsa un contratto discografico con la storica etichetta indipendente torinese TOAST RECORDS. Di li a poco questo connubio si concretizza con l’uscita del primo lavoro discografico, un mini CD dal titolo: “FINO A CHE NON CAMBIERÀ”.

Nel 2005 esce il secondo lavoro discografico: “STAZIONE RESISTENZA”, con la partecipazione di NANNI SVAMPA nella canzone “Ma mi” che indubbiamente arricchisce un lavoro già di per sé carico di significato. Il tour che ne segue porta i Trenincorsa a toccare zone ben lontane dall’ormai sempre più stretta Lombardia e sempre maggiori sono le richieste di concerti. (Dal Trentino al Piemonte, dal Veneto all’Emilia Romagna, dalla Toscana al Lazio). Le interviste radiofoniche e lo speciale su RAI TRE segnano un momento fondamentale per la crescita del gruppo.

Nel maggio 2007 esce l’album che consacra e definisce il genere musicale della band: “LA DANZA DEI SOGNI”. Sonorità folk contaminate da Rock, Country, Irish Folk, Ska-Reggae. Un racconto di percorsi e storie popolari, sogni taglienti, metafore di provincia che nascondono un forte desiderio di libertà e rinascita. Il dialetto non fa storcere il naso a chi non lo capisce: la musica ha un altro linguaggio e capir il ritmo su cui ballare è facile e istintivo. Preziose sono le collaborazioni che hanno strutturato questo disco. Ospiti eccezionali come CESAREO (ELIO E LE STORIE TESE) e ROBERTO GUALDI (LUCIO DALLA, PFM, DOLCENERA). Il disco, presentato in uno speciale su RADIOUNO RAI, porterà i Trenincorsa ad esibirsi in tutta la penisola italiana e nel territorio Svizzero.

Nell’aprile 2010 i Trenincorsa completano il loro quarto progetto discografico “VERSO CASA”. Un album che manifesta lo sviluppo e la maturità che la band ha raggiunto sia sotto l’aspetto del contenuto che a livello strumentale. “Verso Casa”, si presenta già dal primo ascolto come un lavoro ricco di intensità emotiva, di contaminazione sonore e di cura negli arrangiamenti. Ospiti di gran lustro animano e arricchiscono il disco. DAVIDE VAN DE SFOOS in un folk – reggae intitolato “La Giràndula ”, in “Latin Giò” un intenso ERRIQUEZ con la solita grinta da BANDABARDÒ, nel brano “Il trapezista” l’inconfondibile TONINO CAROTONE in compagnia dell’inseparabile PILUKA, nel rifacimento del “Pescatore” di Pierangelo Bertoli un’eccellente PAOLA FOLLI, per concludere, ROBERTO GUALDI, CESAREO e FABRIZIO CONSOLI. Un viaggio tra suoni, racconti, speranze e ricordi racchiusi in un album che rappresenta una festa itinerante che accompagna il pubblico alla riscoperta della via del folk e della cultura popolare italiana.

Nell’ottobre 2010 i Trenincorsa aderiscono ad AREASANREMO il concorso per poter accedere al palco dell’Ariston e partecipare al Festival della Canzone Italiana. Dopo aver frequentato il percorso di studi con alcuni tra i migliori professionisti del mondo della musica e aver superato le diverse fasi di valutazione i Trenincorsa vengono selezionati tra i 347 artisti provenienti da tutta Italia e arrivano tra i 10 finalisti di SANREMODOC.